Osteotomia percutanea del piede

Il dott. Julien Lopez è specializzato nell'esecuzione di osteotomie percutanee nel contesto della chirurgia del piede e della caviglia.

Osteotomia del piede: una procedura realizzabile per via percutanea

Sono diverse le procedure eseguibili con la tecnica percutanea:

  • Osteotomie del piede, cioè fratture ossee
  • Tenotomie, cioè sezioni tendinee
  • Chirurgia dell’alluce valgo o dell’avampiede rotondo
  • Chirurgia (tenotomia, artrodesi, rilascio dei tessuti molli o osteotomia) delle dita a martello
  • Interventi chirurgici per metatarsalgia (dolore sotto l'avampiede)
  • Correzione di una deformità del 5° dito del piede (quinto dito varo)

Tipi di osteotomie dell'alluce e del piede

L'osteotomia (dell'alluce o del piede) è un intervento chirurgico che consiste nel tagliare un osso per modificarne l'asse, le dimensioni o la forma.

Quando possibile, e se il caso del paziente lo consente, il dott. Julien Lopez privilegia l'osteotomia eseguita con tecnica percutanea.

Esistono diversi tipi di osteotomie percutanee:

  • Osteotomia di Weil dei metatarsi laterali
  • Osteotomia a chevron

Osteotomia percutanea di tipo Weil

Il dottor Julien Lopez tratta la metatarsalgia utilizzando l'osteotomia percutanea di tipo DMMO. Questa tecnica richiede articolazioni metatarso-falangee non lussate, altrimenti non è possibile eseguire la tecnica percutanea; sarà necessario aprire ulteriormente la pelle (tecnica classica a cielo aperto) per eseguire osteotomie di tipo Weil che consentono una maggiore retrazione e la correzione delle lussazioni articolari.

Indicazioni principali

La metatarsalgia è una patologia dell'avampiede che consiste nell'infiammazione della parte anteriore del piede. Si manifesta con un dolore intenso all'avampiede situato a livello delle teste metatarsali e dell'arco plantare.

I metatarsi sono le ossa del piede. Ciascuno di essi è costituito da 3 parti: la testa, il corpo e la base.

Quando si cammina, il peso del corpo grava quasi interamente sulle teste metatarsali. Può succedere che un metatarso sia più lungo degli altri, sopportando così un carico aggiuntivo. Questa deformazione può portare alla comparsa di calli plantari e dolore localizzato sotto il piede alla base delle dita. Un metatarso lungo di solito colpisce il secondo e talvolta il terzo metatarso. Questa situazione può anche portare alla deformità del dito a martello. L'altra causa frequente di metatarsalgia è il cedimento dell'arco anteriore del piede; si parla in tal caso di avampiede rotondo (causa comune di metatarsalgia meccanica). L'arco anteriore del piede è normalmente concavo; talvolta diventa convesso e provoca una maggiore pressione sull'avampiede durante la deambulazione, causando dolore.

La metatarsalgia colpisce soprattutto le donne perché indossano scarpe strette e troppo chiuse o scarpe col tacco alto.

Per formulare la diagnosi, il chirurgo effettua un esame clinico e ti sottopone a esami di diagnostica per immagini. L'obiettivo è visualizzare le deformazioni e il modo in cui il peso del corpo è ripartito sull'avampiede.

In caso di insuccesso del trattamento medico, il dott. Julien Lopez potrà considerare un trattamento chirurgico come l’osteotomia percutanea del raggi laterali. L'intervento mira a ridurre il dolore modificando l'appoggio osseo a terra.

L’intervento di chirurgia del piede mediante osteotomia: La tecnica DMMO (Distal Metatarsal Mini-invasive Osteotomy)

Questa chirurgia del piede mediante osteotomia viene utilizzata anche per trattare le metatarsalgie. Consiste nella rottura del metatarso interessato e di quelli circostanti. In seguito è necessario lasciare che si riattacchino in modo naturale appoggiandosi sul piede dopo l'operazione. L’osteotomia metatarsale percutanea DMMO è un metodo non invasivo.

L'osteotomia percutanea dei raggi laterali ha lo scopo di accorciare il metatarso troppo lungo. Questo intervento viene eseguito per via percutanea, attraverso mini incisioni di 2 mm. Il chirurgo utilizzerà poi dei piccoli strumenti. L'utilizzo della tecnica percutanea consente al chirurgo di eseguire la procedura chirurgica senza dover aprire la pelle e le articolazioni. La dimensione della cicatrice nel caso dell’osteotomia del dito è generalmente inferiore a quella generata dalla chirurgia convenzionale detta “a cielo aperto”.

L'osteotomia di tipo DMMO viene eseguita attraverso un'incisione di fronte alla faccia laterale della testa metatarsale. Il dott. Julien Lopez libera quindi i tessuti molli con uno strumento sottile per preparare l’ambiente di lavoro. Una fresa percutanea motorizzata consente il taglio del collo della testa metatarsale secondo un piano obliquo. Questa procedura ha lo scopo di spostare l'osso di qualche millimetro verso il tallone. Una volta eseguite queste procedure, il chirurgo non ha bisogno di fissare le fratture, perché le fratture percutanee delle teste metatarsali non vengono fissate. La sistemazione delle fratture viene effettuata quando si cammina con appoggio, e in base alle tensioni dei tendini e dei legamenti.

Se il paziente presenta numerose deformità, durante l’intervento possono essere eseguite altre procedure chirurgiche.

Trattamento dell'alluce valgo mediante osteotomia a chevron

Indicazioni

Il trattamento dell'alluce valgo mediante osteotomia a chevron viene effettuato in caso di deformità lievi e moderate.

L’alluce valgo, chiamato comunemente “cipolla del piede”, è una deviazione dell’alluce verso l’esterno. Questa deviazione progressiva crea così un'apparente protuberanza dorsale.

L’alluce valgo è la patologia più comune dell’avampiede. Questa deformazione è antiestetica, dolorosa e fastidiosa.

Il dott. Julien Lopez è specializzato nel trattamento dell'alluce valgo per via percutanea. Consulta liberamente la pagina dedicata a questa patologia nella scheda “Patologie”.

L’intervento

L'osteotomia a chevron ha il vantaggio di richiedere un’incisione cutanea corta (circa 20 mm). Può essere considerata un’osteotomia dell’alluce valgo mininvasiva.

Lo scopo dell'intervento è ridurre l'angolo tra il 1° e il 2° metatarso. Durante la chirurgia mininvasiva del piede, il dottor Julien Lopez esegue un taglio a V nella parte distale del 1° metatarso vicino alla testa metatarsale. Ciò consente la traslazione della parte distale dell'osso di alcuni millimetri in direzione laterale. L'osso viene poi fissato con una o due viti oblique. L'osso in eccesso viene quindi tagliato via. I tempi per la ripresa delle attività e di interruzione del lavoro in caso di osteotomia del piede non saranno gli stessi a seconda della tecnica utilizzata dal chirurgo. In caso di domande, non esitare a contattare la segreteria del dottor Julien Lopez telefonicamente o via e-mail tramite il modulo di contatto.

icon information

Le informazioni contenute in questa pagina sono fornite a titolo indicativo e si riferiscono a casi generali: la vostra situazione è specifica.

Il dottor Julien Lopez, chirurgo ortopedico del piede a Nizza, vi dà il benvenuto e vi consiglia l'aponeurosi plantare.

Fissare un appuntamento

icon téléphone
icon mail
icon pin localisation
Appuntamenti online